Storia Tenuta Torciano

TORRE CHIGI - HISTORICAL PALACE AND TOWER
Italy's UNESCO Treausure

 

La Torre
Affascinante cultura Medievale

Situata nel cuore della cittadina di San Gimignano (patrimonio dell'UNESCO) si trova una torre complessa che ospita trecento residenze.
La torre, sebbene non molto alta, è una delle più belle della città. Fù costruita nel 1280 e apparteneva alla famiglia Useppi e Chigi.

Situata nel cuore della cittadina di San Gimignano (patrimonio dell'UNESCO) si trova una torre complessa che ospita trecento residenze, sebbene non molto alta, è una delle più belle della città. Fù costruita nel 1280 e apparteneva alla famiglia Useppi. In seguito divenne proprietà della famiglia Chigi Saracini. La Torre Chigi è una delle quattordici torri storiche di San Gimignano e si trova in Piazza del Duomo.

I primi tre piani sono rivestiti in pietra, ben squadrati, che si aprono sull'esterno con archi bassi. Al primo piano si trova un tipico portone al quale si accede da scale, l'eredità delle lotte dei tempi delle città medievali, quando preferivano dormire in sicurezza per accedere all'edificio ritirando le scale del primo piano durante la notte. Nella finestra del secondo piano c'è una stretta fessura allungata con un arco appoggiato sugli scaffali. La parte superiore è coperta con mattoni invece di avere finestre singole. L'altezza di ogni piano è allineata con file ordinate di quattro fori di ponteggio, ciascuna dotata di mensole, che sembrano balconi in legno che un tempo dovevano aumentare la superficie.

Edifici medievali fiancheggiano la torre: uno a sinistra di particolare valore per la pregevole presenza di bifore dalla bella fattura. Costruita nel 1280, la torre Useppi, ora chiamata Chigi, apparteneva alla famiglia di Useppi. La torre, sebbene non molto alta, è una delle quattordici torri storiche di San Gimignano e si trova in Piazza del Duomo. Gli Useppi erano molto potenti nel senese, nonchè proprietari di molti castelli. Nel 1214 gli Useppi si insediarono a San Gimignano, dove andarono a vivere nel Palazzo della Torre Useppi, accanto al Palazzo del Podestà, nella splendida Piazza del Duomo.

Quando la nobile famiglia Useppi si estinse, gli eredi che presero le proprietà della famiglia nobile furono la famiglia Chigi-Saracini. L'ultimo rappresentante fu il conte Guido Chigi-Saracini a Siena. Nel 2002 la famiglia Cilemmi-Giachi acquistò questa torre con l'obiettivo personale di incoraggiare la combinazione della Bellezza e della Storia.

Conte Guido Chigi Saracini
Il Mecenate della Musica

Quando la nobile famiglia Useppi si estinse, gli eredi che presero le proprietà della famiglia furono la famiglia Chigi-Saracini. L'ultimo rappresentante fù il conte Guido Chigi-Saracini a Siena. Nel 2002 la famiglia Cilemmi-Giachi acquistò questa torre con l'obiettivo personale di incoraggiare la combinazione della Bellezza e della Storia.

Era il 1932 quando il conte Guido Chigi Saracini (Siena, 8 marzo 1880 - 18 novembre 1965), ultimo discendente della famiglia, appassionato di musica, fondò l'Accademia Musicale Chigiana, investendo in questa impresa i suoi beni materiali e prestando a musicisti di tutto il mondo ampia reputazione grazie anche al magnifico palazzo. Una passione che trova le sue radici nella formazione del conte che ha infatti studiato presso il conservatorio Luigi Cherubini di Firenze. Avendo ereditato un enorme patrimonio, iniziò a usarlo per promuovere l'attività musicale nella sua città. Perciò il Quintetto Senese fu fondato e sostenuto economicamente da Guido Chigi Saracini che organizzò i concerti destinando parte del ricavato in beneficenza. Una delle manifestazioni più importanti fu l'esecuzione nel 1913 della Messa di Requiem di Giuseppe Verdi nella Chiesa di San Francesco. Per la personalità degli interpreti - il regista è stato Edoardo Mascheroni, un musicista molto apprezzato da Verdi- e per la relativa rarità del brano, l'evento ha avuto una grande risonanza nazionale grazie anche alla presenza a Siena di Arrigo Boito, ospite del conte con il quale ha poi legato una profonda amicizia e da chi è stato influenzato nella sua attività futura.

Alla fine della prima guerra mondiale, a cui partecipò come volontario, Guido Chigi iniziò un programma di ristrutturazione del suo palazzo Saracini per adattarlo alle esigenze della musica. Fu così che il pittore, scultore e architetto senese, Arturo Viligiardi, trasformò quella che era stata definita la sala da ballo in una sala da concerto che fu inaugurata il 22 novembre 1923 con il primo evento di una stagione, oggi ancora esistente, dal titolo il Conte "Micat In Vertice", una massima ispirata allo stemma di famiglia.

Nel 1939, con il consiglio di Alfredo Casella; che aveva già raggiunto a siena il VI Festival della Società Internazionale di Musica Contemporanea (VI Festival della Società Internazionale di Musica Contemporanea) - Guido Chigi Saracini ha creato la Settimana Musicale Senese (Settimana Musicale Senese). Ma già nel 1932 aveva fondato le famose lezioni di musica che rendevano famosa l'Accademia Chigiana nel mondo.

Archivio Storico
Arte & Cultura

L'archiviazione di documenti cartacei non ha ancora subito una vera classificazione e fa parte di uno dei prossimi obiettivi.

Le opere d'arte su carta sono state oggetto di mostre in Italia e all'estero.

Il più grande archivio storico del nostro patrimonio risalente al periodo prebellico 1940-1945 fu distrutto dal caso di guerra, fatta eccezione per una piccola parte, che fu poi incorporato nel seminterrato della Torre Chigi.

L'Archivio è stato realizzato e mantenuto dalla famiglia Cilemmi Giachi e successivamente è stato ricostituito con attività di ricerca e arricchito nei decenni successivi con la scoperta di documenti e altri materiali della storia di San Gimignano .

L'archivio è costituito da importanti vicende storiche dell'arte a San Gimignano; museo d'arte fatto da loro nel corso dei secoli e una ricchezza di documenti, idee, esperienze, disegni, lettere, artisti, bibliografie, francobolli, foto, cataloghi di artisti fiorentini, foto e cartoline dell'epoca, la guerra delle culture con giornali, immagini e poster datati 1939-1945.

L'archiviazione di documenti cartacei non ha ancora subito una vera classificazione e fa parte di uno dei prossimi obiettivi. Le opere d'arte su carta sono state oggetto di mostre in Italia e all'estero.

Colleczione di Francobolli

Collezione di francobolli personali del Conte Guido Chigi

Torre Chigi, Piazza Duomo - 30 Gennaio 2008

Uno dei tanti hoobies del conte Guido era la conservazione e la raccolta di francobolli storici e mondiali.

 

Live this Experience

Contact us to discover more about this experience with Exclusive Dinner in Italy UNSESCO Treausure - Torer Chigi

CONTACT US

 
 

This package is organized in collaboration with Fly to Wine s.r.l. P.IVA. 01460730524

Questo pacchetto è organizzato in collaborazione con Fly to Wine s.r.l. P.IVA. 01460730524