New Customer! use code NEW2022 Nuovo Cliente! Usa il codice NEW2022

FREE SHIPPING! On orders over €40* Spedizione Gratuita! Su ordini sopra €40*

I Vini Rari:
il rinomato vino da vendemmia tardiva


Natura, artigianato e un po' di fortuna. C'è un motivo per cui il vino da vendemmia tardiva è così prezioso.
Il compito di produrlo — non importa produrlo bene — è considerevole e la resa è spesso imprevedibile.

Viviamo per la sfida. Quindi, abbiamo mappato la posizione ideale per tentare, e poi perfezionare, l'artigianato di questa operazione... una piccola fetta della famosa Toscana, nei vigneti di Montepulciano. Qui, dove convergono ottimi terreni, clima ideale e sapiente viticoltura, nascono alcuni tra i più famosi vini toscani.

Un'operazione delicata genera un vino più dolce. Le sfide per la produzione del vino a vendemmia tardiva di qualità superiore sono innumerevoli, ma le affrontiamo volentieri — perché sappiamo cosa ci aspetta alla fine del processo.

Rendi il tuo prossimo raduno un pò più dolce.

Vin Santo di Montepulciano

2016 “Luciana” Vin Santo di Montepulciano

I vantaggi di essere in ritardo... Vinsanto Luciana rappresenta l'apice della vinificazione con vendemmia tardiva. Abbiamo bisogno di pazienza prima di bere questo vino.

I vini a

Vendemmia tardiva richiedono tempo e uno straordinario livello di attenzione. Dopo la vendemmia in ritardo, le uve vengono appassite su graticci per concentrare gli zuccheri.

Solo le migliori uve selezionate vengono utilizzate in questa procedura. Qui l'uva rimane per molti mesi, in attesa dell'appassimento.

Poi avviene la vinificazione. Il vino matura per anni in piccole botti di rovere 50 litri(chiamati Caratelli), dove il vino rimane a contatto con la "madre" che rigenera ogni anno per dare vita ad un VINSANTO "Ambrato"

unico ed eccezionale.

Il risultato? Una miscela sublime di acidità e dolcezza grazie alla lussuosa e rara combinazione di Malvasia da vendemmia tardiva e Sangiovese. Il Vin Santo è come cioccolato liquido.

Il Vin Santo utilizza lo stesso procedimento del Passitodove l'uva viene fatta appassire su graticci per concentrare gli zuccheri. La principale differenza tra Passito e Vin Santo è che la fermentazione si ferma prima che gli zuccheri abbiano tutti fermentato. Al primo sorso di Vinsanto ci si imbatte in una dolcezza e ad un gusto tipico dei classici vini da vendemmia tardiva ma del tutto inedito nella categoria. Questa è una versione unica, rinfrescante e rara del vino dolce che eccita i sensi e prepara la scena per un'occasione incantevole.

bolgheri rosso torciano

2018 "Luciana" Passito IGT

Passito "Luciana" possiede un'opulenza e una densità immensa, con sentori preminenti di prugna, amarena, lampone, cioccolato e caffè. Sfumature di tartufo, tabacco e cuoio nuovo avvolgono il finale. Unico nella sua categoria, l'essenza di questo vino sintetizza tutta la passione e l'esperienza che abbiamo sviluppato negli anni nella nostra profonda dedizione al nostro lavoro.

Il Passito, invecchiato 3 anni in botte, è un blend tradizionale di uve tipiche toscane da taglio. Si presenta con 13% di alcol, 220 grammi di zucchero residuo e 7,37 di acidità totale.

Le uve vengono appassite al sole per 10 giorni e poi trascorrono tre anni in piccole botti di rovere. Strutturato, potente e avvincente sul finale, ha ancora sapori ricchi e abbondanti di potere. Concentrato e intenso, potrebbe migliorare anche in bottiglia.

Passito di Toscana, è il vino da cui ha origine questa concentrazione di frutta. Passito "Luciana" è un Rosso Dolce, ottenuto principalmente da uve di varietà premium coltivate in Toscana, Italia. Da questo blend si ottiene il Passito maturo Prodotto in quantità molto limitate e in rarissime occasioni, costituisce l'emblema della terra da cui proviene. Un buon livello di nitidezza sostiene i raffinati tannini che, con la loro dolcezza ed eleganza, regalano al bevitore momenti di intense emozioni.

Vinsanto & Passito il vino super raro


"LUCIANA" Cassa di vino a Fermentazione Tardivo

2 BOTTIGLIE - 500ML
ANNATA 2016 & 2018

Cassa di vini da dessert dalla Toscana.
Questo cofanetto contiene una bottiglia ciascuno dei seguenti vini:

 

Vin Santo di Montepulciano DOCG 2016: Colore giallo ambrato scuro nel bicchiere, con profonde sfumature dorate.

Passito IGT Toscana 2018: Vino dolce le cui uve vengono raccolte in inverno, una volta ricoperte di muffa grigia.

Ideale in abbinamento con la pasticceria secca, in particolare con i cantucci toscani alle mandorle.

VIN SANTO DI MONTEPULCIANO "LUCIANA"

BOTTIGLIA 500ML
ANNATA 2016

PASSITO IGT "LUCIANA"

BOTTIGLIA 500ML
ANNATA 2018

STORIA del VINSANTO


Vin Santo si riferisce a un tipo di vino ottenuto da uve parzialmente appassite prima della pigiatura e maturate in ambiente ossidativo. Tradizionalmente, questi vini sono stati più strettamente associati alla Toscana, un'associazione la cui storia risale almeno al XIV secolo, e probabilmente anche più indietro. Abitualmente vengono serviti con i cantucci, i tradizionali biscotti toscani alle mandorle, per accogliere gli ospiti. Era una pratica comune nell'antichità far appassire parzialmente l'uva prima di schiacciare o far bollire il succo. Entrambi i processi concentrerebbero gli zuccheri nel mosto prima della fermentazione.

La pratica produceva vini con livelli elevati di zucchero residuo o alcol. In entrambi i casi, alti livelli di zucchero o alcol aiutavano a preservare il vino e consentivano lunghi periodi di invecchiamento. Questa tradizione continuò fino al Medioevo, dove diede origine ad un gruppo di vini denominati “vini passiti” in tutta Europa, in riferimento alla pratica di appassire l'uva su stuoie di paglia per diversi mesi dopo la vendemmia. ALTRO PER TE Vin Santo significa letteralmente vino santo. Le origini del termine Il Vin Santo rimane avvolto nel mistero.

Può riferirsi al fatto che il vino veniva spesso usato nelle messe cattoliche. Altre spiegazioni suggerite includono che il vino era considerato miracoloso poiché i suoi elevati livelli di zucchero spesso sembrano ravvivare gli ammalati o perché tipicamente veniva pigiato o, una volta stagionato, immesso al consumo intorno alla festività pasquale. La Regione Toscana è in Toscana che il Vin Santo ha la sua più ampia espressione. Ci sono oltre una dozzina di DOC per il Vin Santo in Toscana. I tre più importanti sono il Vin Santo del Chianti DOC, istituito nel 1997, il Vin Santo del Chianti Classico, istituito nel 1995, e il Vin Santo di Montepulciano, istituito nel 1996.

All'interno della zona del Chianti, cuore della produzione del Vin Santo toscano, ci sono due principali regioni di produzione del Vin Santo: il Vin Santo del Chianti DOC e il Colli dell'Etruria DOC. Entrambe le DOC coprono gran parte della regione del Chianti e comprendono le sottoregioni di Carmignano, Sant'Antonio e Montepulciano. Tutte e tre queste sottoregioni hanno il proprio DOC. La maggior parte del Vin Santo esportato dall'Italia proviene da questa zona. La regione del Vin Santo del Chianti Classico DOC, il centro storico della regione del Chianti, è una DOC separata e ha le sue regole per la produzione del Vin Santo. La sua produzione di Vin Santo è ancora piuttosto ridotta ma sta crescendo rapidamente.

Oltre alle altre regioni del Vin Santo DOC in Toscana, altre zone possono produrre vini Vin Santo anche se non hanno una DOC specifica per loro. Questi vini sono tipicamente etichettati come vino da tavola (vini da tavola). Tendono a mostrare una gamma più ampia di stili e spesso rappresentano valori eccezionali. Province della Toscana Province della Toscana. Il Vin Santo toscano deve contenere un blend principalmente di Trebbiano e Malvasia, con l'equilibrio costituito da vitigni autoctoni come il Vermentino o il Canaiolo Bianco.

Il Vin Santo del Chianti DOC prevede un blend minimo del 70% di Trebbiano e Malvasia. Nel Vin Santo del Chianti Classico DOC il minimo è del 60%. Il Pomino DOC, invece, consente l'utilizzo di un blend dal 60% all'80% di Chardonnay e Pinot Bianco, ma questa è un'eccezione. Come regola generale, maggiore è la percentuale di Malvasia migliore è il vino che ne deriva. Le percentuali minime di Trebbiano e Malvasia variano a seconda della DOC. Anche se ampiamente considerato un vino da dessert, il Vin Santo può essere prodotto in una varietà di stili dal Dolce, molto dolce; Amabile, un vino meno dolce Abboccato, uno stile leggermente amabile o poco secco; e Secco, dry. Quest'ultimo può assomigliare a un vino fortificato secco come uno sherry Fino, mentre il primo può ricordare uno sherry Pedro Ximenez (PX).

 

This package is organized in collaboration with P.IVA. 01460730524

Questo pacchetto è organizzato in collaborazione con P.IVA. 01460730524

E-commerce managed by P.IVA. 01097400525

E-commerge gestito da P.IVA. 01097400525

 

Rimani in contatto con la Tenuta Torciano!

 

Tenuta Torciano
Via Crocetta 18, Loc. Ulignano 53037 San Gimignano (Siena), Tuscany, Italy

Tenuta Torciano
Via Crocetta 18, Loc. Ulignano 53037 San Gimignano (Siena), Toscana, Italia

Tenuta Torciano Az. Agricola di Giachi Pierluigi - P.IVA: 00375840527